La storia di un nostro cliente protestato

Voglio dirlo a tutti per far capire cosa sono in grado di fare le banche. Mi telefona Rosario da Caltanisetta.

Una bella voce forte e decisa. E mi racconta di essere un idraulico, di avere la ditta da 35 anni e che adesso è disperato perchè la banca lo ha protestato. Sapete per che cifra? 12 euro! 

E sapete perchè? La mattina in cui è arrivato l'assegno la banca ha prelevato la somma di 30 euro per non si sa quali spese e, alla presentazione del suo assegno, che era stato emesso con la copertura per un importo di 315 euro mancavano 12 euro. Cosi' è stato mandato dal notaio e Rosario si è trovato in brache di tela.

Noi gli abbiamo aperto un conto per ditta individuale dedicato ai protestati ed adesso puo' nuovamente lavorare.

Certo che è tragica la situazione. Un uomo di 55 anni con famiglia che si alza alle 6 del mattino e va a spaccarsi la schiena nei cantieri protestato per 12 euro! E' questa la nostra missione: aiutare privati e ditte che abbiano subito protesti e segnalazioni ed aiutarli, ma con rispetto. E' finito il tempo di guardare un protestato come un appestato. Il piu' delle volte è vittima di un sistema che lo schiaccia.