Nuova legge sulla cancellazione dagli elenchi dei protesti cambiari

Tornare ‘In Bonis’ con le banche

Molti clienti, sia privati che aziende ci chiedono informazioni su come fare per cancellare un protesto e quanto tempo ci vuole per ritornare “in bonis”.
Ripeto noi siamo specializzati sulla promozione di conti che sono concessi a privati, ditte individuali, di persone o di capitale anche se nono protestati e falliti con le conseguenti segnalazioni al cai, al crif ed alle centrali di segnalazioni bancarie.

Tuttavia cerchiamo sempre di dire quel che sappiamo e, in media, dal momento del protesto dell’assegno o del protesto cambiario passano 10 anni per poter essere dimenticati, riabilitati e quindi poter tornare ad accedere al credito ed ai conti bancari dotati di assegni.
E’ vero che dopo 5 anni in automatico non si è piu’ segnalati nel bollettino dei protesti, al cai ed al crif ma è altrettanto vero che le banche hanno una loro centrale di segnalazione che cancella il protestato dalla lista nera dopo ben 10 anni.

Comunque sapete che noi cerchiamo di darvi il massimo supporto in tutto. Leggete pertanto questo articolo sulla cancellazione dei protesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GF Financial Service
Sede Legale: Via Ippolita Polledro 29,
14026 Piovà Massaia (AT)

P.Iva 01505840056
C.F. FGAGRG54S23L219M
Tel. +39 0141 996619
Cell. diretto Giorgio Fagà +39 3391535609
© 2019 Tutti i diritti sono riservati