In Italia cresce il numero di aziende, ma anche di fallimenti

I rilevamenti di Unioncamere degli ultimi mesi del 2014 offrono un quadro controverso sulla situazione delle aziende italiane. Da un lato cresce il numero delle imprese rispetto al periodo precedente (+0,3%), dall'altro si registra un boom di fallimenti: se ne contano più di 10.000 da inizio 2014, il 19% in più rispetto al 2013. A livello geografico il dato più positivo è del Lazio (+3.330 imprese in più tra luglio e settembre), seguito dalla Lombardia e dalla Campania. 

Sempre più spesso la sofferenza delle imprese è causata dalla mancanza di accesso al credito bancario, con l'impossibilità di apertura di un conto corrente per protestati, falliti, segnalati nelle banche dati, ecc. Molto spesso, inoltre, le aziende che hanno subìto un protesto si trovano con i propri conti corrente congelati, con l'impossibilità di ricevere i pagamenti, oltre che di effettuarli, e questo non può che portare al collasso dell'impresa.

aziende-protestate-fallite-2014

Apertura conto corrente per aziende protestate 

I nostri conti correnti sono attivabili anche da aziende protestate. Scopri le possibilità di apertura di un conto corrente per le aziende protestate.